Scaffale della legalità

     






30 aprile 1982 – 30 aprile 2017

Pio La Torre, Rosario Di Salvo

03 settembre 1982 – 03 settembre 2017

Carlo Alberto dalla Chiesa, Emmanuela Setti Carraro, Domenico Russo


23 maggio 1992 - 23 maggio 2017

Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani,       Rocco Di Cillo

19 Luglio 1992 - 19 Luglio 2017
Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli,            Walter Eddie Cosina, Claudio Traina

 

"Gli uomini passano, le idee restano.
Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe            di altri uomini”.
(Giovanni Falcone)

"Palermo non mi piaceva, per questo ho imparato ad amarla.
Perché il vero amore consiste nell´amare ciò che non ci piace per                  poterlo cambiare".
(Paolo Borsellino)


             … NESSUNO DEVE DIMENTICARE



Una settimana dopo la strage, la giovanissima testimone di giustizia Rita Atria, che proprio per la fiducia che riponeva nel giudice Borsellino si era decisa a collaborare con gli inquirenti pur al prezzo di recidere i rapporti con la madre, si uccise.
"Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene".



Lo Scaffale Legalità nasce a Casalpusterlengo con l´apertura della nuova sede della Biblioteca e viene inaugurato il 19 aprile 2008 da Piercamillo Davigo, intervenuto a presentare il suo libro "La corruzione in Italia. Percezione sociale e controllo penale", alla presenza di un pubblico numeroso.



Lo Scaffale, attraverso la vetrina di libri, riviste e filmati, propone uno spazio ricco di spunti di approfondimento, di storie e testimonianze, di fatti ed azioni, che hanno come comune denominatore il rispetto delle leggi, la difesa della giustizia, la tutela dei diritti e della libertà di ciascuno.